Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

IMU

 

L’imposta IMU deve essere pagata da tutti coloro che possiedono fabbricati, aree fabbricabili e terreni a titolo di proprietà o di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie) nel Comune di Ponsacco.
Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria (leasing), l’imposta deve essere pagata da chi utilizza l’immobile (locatario finanziario) a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto di leasing.

 

Allegato Guida IMU 2018

Allegato accordo di locazione agevolata 05_05_2016
Allegato locazione abitativa agevolata

 

Regolamento

 

Allegato Regolamento IUC_2016 

 

Valori di riferimento aree fabbricabili anno 2018

 

Allegato TABELLA VALORI AREE 2018

 

IUC - Calcolo Imu e Tasi on line

Il calcolatore effettua la stampa dell'F24 solo con il codice catastale del Comune di Ponsacco.

Prestare attenzione a non selezionare la doppia detrazione per figli e handicap quando ricorre sullo stesso soggetto, così come disciplinato dal vigente regolamento.

Il calcolatore on line è un servizio gratuito. L'utente è l'unico responsabile della correttezza dei calcoli e della compilazione del modello F24 ed è invitato a verificare sempre la correttezza dei calcoli prima di procedere con il pagamento.

 

accedi al servizio

 

Modulistica

 

Allegato INFORMATIVA COMODATI GRATUITI 2016
Allegato accordo di locazione agevolata 05_05_2016.PDF
Allegato IMU - Comodato.pdf
Allegato istanza per immobili in locazione agevolata
Allegato Richiesta rateizzazione
Allegato Istanza di autotutela
Allegato Richiesta rimborso.pdf
Allegato Informativa F24 codice comune errato.pdf
Allegato Richiesta compensazione.pdf

 

Dichiarazione

 

Allegato IstruzioniModelloDichiarazioneIMU 
Allegato ModelloDichiarazioneIMU 

 

Ravvedimento operoso

 

Il ravvedimento si esegue mediante versamento con F24 e indicando il codice tributo relativo alla fattispecie immobiliare per la quale si sta eseguendo il versamento di imposta. Gli interessi e la sanzione si versano unitamente al codice tributo dell'imposta.

Il modulo allegato, con il dettaglio del calcolo, deve essere presentato all'Ufficio tributi unitamente al versamento eseguito.

 

Allegato RAVVEDIMENTO BREVE.pdf
Allegato RAVVEDIMENTO ENTRO 90 GG.pdf
Allegato RAVVEDIMENTO LUNGO.pdf
Allegato RAVVEDIMENTO SPRINT.pdf  

 

Consultazione rendite catastali

 

Il servizio online dell’Agenzia del Territorio, gratuito, permette di conoscere i dati censuari, l’ubicazione e la rendita catastale per gli immobili urbani, il reddito dominicale e agrario per i terreni, estraendoli dalla banca dati catastale informatizzata.

Per ottenere la visura catastale è sufficiente indicare nei campi di ricerca del modulo il proprio codice fiscale, gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella) e la provincia di ubicazione di un qualsiasi immobile.

 

ACCEDI AL SERVIZIO

ACCEDI AL SERVIZIO 2

 

CODICI TRIBUTO PER IL VERSAMENTO TRAMITE F24

 

3912

IMU - imposta municipale propria su abitazione principale 

COMUNE 

3913

IMU – imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale

COMUNE

3914

IMU - imposta municipale propria per terreni 

COMUNE 

3916

IMU – imposta municipale propria per aree fabbricabili

COMUNE

3918

IMU – imposta municipale propria per gli altri fabbricati

COMUNE

3923

Interessi da accertamento

COMUNE

3924

Sanzioni da accertamento

COMUNE

3925

IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D

STATO

3930

IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D (incremento di aliquota pari al 3 per mille)

COMUNE

 

  • Il codice ente per il comune di Ponsacco è   G822
  • Il versamento è altresì eseguibile mediante il bollettino di conto corrente postale sull'apposito modello Ministeriale (non è utilizzabile il comune bollettino postale di pagamento in bianco)

In caso di RAVVEDIMENTO OPEROSO le sanzioni e gli interessi sono versati unitariamente all’imposta dovuta.

 

 

Aliquote

IMU: Imposta Municipale Propria: Aliquote 2017:

 
1,06 % (10,60 per mille) aliquota ordinaria (altri fabbricati, aree fabbricabili e terreni).


0,4  %  (4,00  per  mille) per  le  unità  immobiliari  adibite  ad  abitazione  principale  nelle  categorie catastali c.d. “di lusso” A1 A8 e A9 e relative pertinenze individuate secondo i criteri di cui all’art. 13 comma 2 della legge n. 214/2011 (C02, C06, C07 un solo immobile per categoria) con detrazione per abitazione principale di € 200,00.


0,96 % (9,6 per mille) per immobili non produttivi di reddito fondiario ai sensi dell’art.43 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 917 del 1986, limitatamente ai fabbricati di  categoria  catastale  A10,  C1,  C3,  e  D  ad esclusione  della  categoria  D5  e  D10,  a  condizione  che siano direttamente utilizzati dal possessore nell’esercizio di impresa, arte o professione.


0,86 % (8,6 per mille) per abitazione e sua pertinenza, limitatamente ad una sola abitazione ed una sola  pertinenza  come  definita  dall’art.  13  comma  2  del  DL  201/2011,  concessa  in  uso  gratuito  a parenti in linea retta  fino al primo  grado (genitori-figli), nella quale il comodatario ha stabilito  la propria  residenza  (senza  assimilazione).  L’agevolazione  spetta  dietro  presentazione  di comunicazione, su apposito modello, all’Ufficio tributi, entro il 31 dicembre dell'anno per cui si chiede l'agevolazione, ed avrà efficacia anche per gli anni successi fino a revoca. 

 

0,86 % (8,6 per mille) per abitazione e sua pertinenza, limitatamente ad una sola abitazione ed una sola  pertinenza  come  definita  dall’art.  13  comma  2  del  DL  201/2011,  concessa per  gli  immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431.
Il  contribuente  interessato  all’applicazione  dell’aliquota  agevolata,  deve  presentare  al  Protocollo del Comune, apposita istanza, redatta sull’apposito modulo predisposto dal Servizio Tributi, entro il 31 dicembre dell’anno per cui si chiede l’applicazione dell’aliquota ridotta, ed avrà efficacia anche per gli anni successivi, fino a revoca.
L’aliquota agevolata si applicata dalla data di stipula del contratto di locazione a canone concordato per  tutta  la  durata  del  contratto  stesso,  salvo  risoluzione/disdetta  anticipata  del  medesimo, in vigenza dell’accordo territoriale. 

 

Allegato Aliquote IMU 2014
Allegato Delibera n. 60 del 06092014 aliquote Imu Tasi 2014.pdf
Allegato Aliquote IMU 2015 confermate
Allegato Aliquote IMU 2016
Allegato DELIBERA BILANCIO PREVISIONE 2017_2019